fbpx
Integratore Alimentare Ysnella - Ylati.it
19424
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-19424,ajax_updown,page_not_loaded,,side_menu_slide_with_content,width_470,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
 

Integratore Alimentare Ysnella

INTEGRATORE ALIMENTARE YSNELLA

Linea Active Body

Integratore alimentare composto da un pool di ingredienti quali:

 

 FICO D’INDIA

 CASSIA NOMAME

JAPANASE TEA BUSH

 SENNA

 Tè VERDE

 QUERCIA MARINA

 

GLUTEN FREE

FUNZIONALITA’: metabolismo dei lipidi

 

Ysnella è un integratore alimentare indicato durante le diete dimagranti: i principi attivi contenuti aiutano a controllare il senso di fame e contemporaneamente accelerano il metabolismo di carboidrati e lipidi. Grazie all’apporto di Iodio, stimola il metabolismo favorendo la trasformazione dell’energia in calore.

 

Integratore Alimentare Ysnella

 

Ysnella è a base di estratti vegetali: Fico d’India, Tè Verde e Quercia Marina sono utili per l’equilibrio del peso corporeo; Cascara, Senna e Frangola favoriscono la regolarità del transito intestinale.

Con Vitamine e Cromo. Con Garcinia di supporto al metabolismo dei lipidi e utile per il controllo del senso di fame.

 

PROPRIETÁ SALUTISTICHE DEGLI INGREDIENTI:

FICO D’INDIA:

l’alta concentrazione di antiossidanti, vitamine e fibre, conferisce al fico d’india proprietà utili alla salute, in quanto svolge una buona azione antiossidante, antinfiammatoria e benefica sull’intestino. Una delle principali proprietà dei fichi d’india è quella antiossidante, grazie alla presenza di vitamine C ed E ma anche grazie alla presenza di flavonoidi come quercitina, kaempferolo e isoramnetina.

Uno studio condotto in Egitto, ha evidenziato l’effetto antinfiammatorio e analgesico dell’estratto alcolico dai frutti, fiori e foglie del fico d’india. Questa virtù del fico d’india sarebbe attribuibile alla presenza di antiossidanti.

Il fico d’india si è rivelato utile anche nella riduzione in percentuale della massa grassa, pressione arteriosa e colesterolo, come emerge da una review che tuttavia non conferma la sua capacità di ridurre il peso corporeo. Inoltre, grazie al contenuto di sostanze viscose come le mucillagini, il fico d’india riduce l’assorbimento degli zuccheri nell’intestino. 

CASSIA NOMAME:

La cassia nomame, da non confondere con la più comune cassia angustifolia, è una pianta che sembra possedere qualità fitoterapiche ingenti, alcune delle quali devono essere ancora studiate in maniera approfondita.

Per il momento sono stati individuati nella cassia alcune sostanze come i flavonoidi, la luteolina, i polifenoli e la catechina. Questi composti chimici hanno tutti azione lipasica, quindi provvedono a sciogliere i grassi.

Fino a questo momento, dunque, gli scienziati hanno individuato nella cassia le sue proprietà dimagranti. La cassia infatti interviene nel processo di digestione dei lipidi, bloccando per una buona percentuale l’assorbimento dei grassi. Riduce, inoltre, notevolmente il gonfiore e contrasta la cellulite. La pianta infine ha dimostrato anche una buona propensione a combattere il colesterolo cattivo.

 

SENNA:

Le principali proprietà della Senna sono: potente lassativo, antielmintico, febbrifugo. La droga viene consigliata in caso di stipsi acuta, stitichezza, emorroidi, ragadi anali e per l’eliminazione dal tratto intestinale di mezzi di contrasto usati per esami diagnostici radiologici.

 

Tè VERDE:

Da sempre il tè verde è conosciuto come bevanda della salute e nel corso degli ultimi decenni anche la scienza ha messo in evidenza le sue proprietà antiossidanti, diuretiche e antinfiammatorie. Le proprietà del tè verde sono principalmente toniche, diuretiche, depurative e antiossidanti.

QUERCIA MARINA:

Usata come coadiuvante nelle cure dimagranti, ipofunzionalità tiroidea. La quercia marina trova utile impiego all’inizio di una cura dimagrante in quanto, favorendo la funzionalità tiroidea e stimolando il ricambio generale, costituisce, a volte, lo starter del processo di dimagrimento. Venne descritto per la prima volta nel 1862 dal medico Duchesne per quanto riguarda le sue “qualità” dimagranti che giustamente attribuiva alla regolarizzazione del metabolismo dei grassi ottenuto grazie ad una stimolazione endocrina.

L’azione della quercia marina, che si inizia ad evidenziare dopo almeno tre settimane di terapia, si localizza principalmente nelle sedi maggiormente ricche in tessuto adiposo (fianchi, cosce ecc.). La quercia marina può essere associata ad altre piante come Pilosella, Betulla ecc.

La quercia marina, infine, viene impiegata, in virtù dell’azione endocrina, nella terapia della psoriasi, dermopatia nella cui genesi interviene anche uno squilibrio a carico dei lipidi e l’arginato conferisce una blanda azione lassativa.

 

Interazioni o effetti collaterali

Non assumere in caso di terapia con farmaci antitiroidei (metimazolo, carbimazolo, ioduri ecc..) utilizzati per la cura dell’ipertitoidismo. Per la presenza di antrachinoni, non somministrare al di sotto dei 12 anni. Consultare il medico in caso di gravidanza e allattamento. Non utilizzare per periodi prolungati senza consultare il medico. L’uso eccessivo o prolungato di lassativi antrachinonici (Senna, Aloe, Cascara, Rabarbaro) può comportare numerose interazioni con farmaci o altre piante medicinali. L’uso prolungato di questi estratti provoca ipokaliemia per cui è necessario porre particolare attenzione in pazienti in trattamento con digossina o glicosidi cardioattivi, diuretici tiazidici, liquirizia o cortisonici, che possono aggravare la perdita di potassio.

 

Prenditi cura del tuo corpo e dei tuoi capelli, scopri tutta la linea degli Integratori Alimentari Ylatì

 

Per cercare la farmacia o parafarmacia più vicina a te clicca Qui.

 

Categoria
Integratori Alimentari - Benessere del Corpo, Integratori Alimentari - Dimagranti